Home / Salute / Funzionamento dei cerotti Detox

Funzionamento dei cerotti Detox

I cerotti detox derivano da un rimedio naturale antico di provenienza giapponese grazie a cui il corpo può essere liberato dalle tossine che si sono accumulate nel tempo. Questa soluzione, quindi, ha lo scopo di depurare l’organismo: i cerotti, di dimensioni abbastanza significative, devono essere posizionati sotto la pianta del piede e vanno tenuti applicati per una notte intera; al mattino, poi, possono essere rimossi. 

funzionamento-cerotti-detox

Meccanismo di funzionamento

Ma qual è il meccanismo di funzionamento dei cerotti detox? Al centro essi sono caratterizzati dalla presenza di una sacchetta di modeste dimensioni, al cui interno sono contenuti vari ingredienti naturali, tra i quali l’aceto di bambù e alcune erbe medicinali: proprio questi ingredienti avrebbero la capacità di assorbire le tossine, almeno secondo ciò che indica la medicina orientale. Alcuni cerotti detox contengono, invece, il sale dell’Himalaya, che si ritiene possa vantare preziose proprietà osmotiche e riequilibranti: è questo il motivo per il quale contribuisce allo smaltimento delle tossine che si sono depositate all’interno dell’intestino, nel sistema circolatorio e nei reni.

Altri cerotti detox includono l’essenza di bambù, che permette di detossinare e, a sua volta, ha caratteristiche osmotiche. Le varie formulazioni possono essere molto diverse, con ingredienti che spaziano dalla fibra vegetale all’aceto di legno, dalla vitamina C alla polvere di Anione, dal minerale di tormaline agli ioni negativi. Sono tutti ingredienti che, lavorando in sinergia gli uni con gli altri, procurano un benessere istantaneo, sia perché favoriscono la distensione dei muscoli, sia perché garantiscono un effetto diuretico. Inoltre, riducono la sensazione di fatica e alleviano le tensioni nervose, così da assicurare una qualità del sonno migliore. 

Il colore dei cerotti cambia a seconda delle tossine

Indossati alla sera, i cerotti al mattino hanno un colore diverso: la differenza può risultare più o meno accentuata a seconda della quantità di tossine che il corpo ha rilasciato nel corso della notte. Ovviamente, più è scuro il colore e maggiore è la quantità di tossine che sono state accumulate. Come è facile intuire, se si prende l’abitudine di usare i cerotti detox in maniera ripetuta nel corso del tempo, con il passare dei giorni si avrà a che fare con sempre meno tossine, e quindi con cerotti più chiari. Questi cerotti possono essere impiegati anche da chi è abituato a fumare e sono raccomandati per gli sportivi, dal momento che non influenzano in alcun modo le prestazioni né l’attività fisica. 

Applicazione

Prima di applicare i cerotti è necessario lavare i piedi con cura e asciugarli con altrettanta attenzione, in modo da essere certi che restino ben aderenti alla pelle. Una volta tolta la pellicola protettiva, si può procedere con l’applicazione: da quel momento inizia la purificazione, che è del tutto naturale. Al mattino, ci si risveglierà ben riposati e, soprattutto, pieni di energia, beneficiando di una gradevole sensazione di leggerezza. In commercio si possono trovare vari marchi di cerotti detox. In genere le confezioni includono dieci cerotti, che quindi possono venire impiegati per cinque notti. Questi prodotti plantari contribuiscono, tra l’altro, a riequilibrare i ritmi del sonno: come noto, la qualità del riposo notturno è fortemente condizionata dall’affaticamento costante e dalle tensioni dei muscoli. 

Alcune informazioni prese da www.soluzione.online

Check Also

linfonodo-reattivo

Linfonodo reattivo: cause, sintomi, rimedi e cure

Indice 1 Quando i linfonodi diventano reattivi 2 Cos’è un linfonodo reattivo e come affrontarlo3 …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.