Home / Salute / Come raccogliere, essiccare e conservare la malva

Come raccogliere, essiccare e conservare la malva

Proprietà della malvaquando e come raccogliere malva

La malva è considerata da sempre una pianta dalle proprietà miracolose. Decine e decine di prodotti e creme che la utilizzano in diversi modi. Questo perchè i fiori di malva e in particolare le foglie sono ricchissime di mucillagini. Le mucillagini della malva conferiscono ad essa, proprietà emollienti e antinfiammatorie. Quest’ultime hanno azioni utili a favorire lo scorrimento del muco nelle vie respiratorie.

Infatti la malva è indicata contro tosse, catarro, per idratare la pelle infiammata, sfiammare il colon e depurare l’intestino. Inoltre è ottima per regolare le funzioni, in quanto se assunta ha una lieve azione lassativa. Questo è possibile grazie alle mucillagini che riescono a formare uno strato di gel sulle feci e quindi agevolandone l’eliminazione.

E’ un grande alleato anche nella cura di faringiti ed irritazioni del cavo orale, di vaginiti e stomatiti.

Come e quando raccogliere la malva

Il periodo ideale per la raccolta della malva va da giugno a settembre e lo stesso vale per i fiori. Questi ovviamente devono essere appena sbocciati o ancora in boccio. E’ importante essere lontani da fonti di inquinamento e smog, da fabbriche e cose simili.come essiccare malva

Come raccogliere la malva? Effettuate la raccolta della malva in assenza di vento e con la pianta libera da rugiada o umidità. I fiori vanno recisi o tagliati alla base del bocciolo. Per quanto riguarda le foglie staccatele senza il peduncolo, quindi esclusivamente la foglia. Importante: non lavate assolutamente i fiori, li danneggereste. Potete invece lavare tranquillamente le foglie e asciugarle con una centrifuga da insalata.

Come essiccare la malva?

Le foglie ed i fiori di malva vanno essiccati all’aria in un luogo caldo, ombreggiato e cosa fondamentale è che siano al riparo dall’umidità. Ricordate che l’essicazione è un metodo di conservazione naturale utilizzato da centinaia di anni e si basa sulla disidratazione graduale degli alimenti. Di conseguenza la malva non può essere messa al sole diretto ma in un luogo asciutto e ventilato. Questo perchè la luce toglierebbe immediatamente il profumo e il colore alle foglie ed ai fiori.

Se non avete mai essiccato delle piante, vi consigliamo di utilizzare delle cassette della frutta foderate di carta di giornale o di preparare dei graticci con una trama molto fitta

Tempi di essiccazione della malva

Le foglie saranno pronte molto prima dei fiori e quest’ultimi dal loro bellissimo rosa arriveranno ad assumere un colore violetto. Il tempo di essiccazione è variabile e dipende da molte cose, ma di solito per la malva ci vogliono una giornata o poco più nei periodi più caldi.

essiccatore melchioni family
essiccatore melchioni family

Una delle tecniche più utilizzate ai tempi nostri è sicuramente quella di avvalersi di un essiccatore.
Su Amazon si trova a poche decine di euro ed è anche di qualità. Essiccatore Melchioni Family.

Con questo vi evitate parecchi processi e siete sicuri che il tutto si svolgerà con il massimo della pulizia. La malva nell’essiccatore a 40° di temperatura costante impiega 24 ore per i fiori e 48 per le foglie. Controllateli di tanto in tanto per vedere a che punto stanno, toccandoli vi accorgerete facilmente quando saranno pronti.

 

Come conservare i fiori e foglie di Malva?

Una volta che l’essiccazione è terminata,  conservate il tutto in vasetti di vetro. Anche questi su Amazon si trovano a pochissimo, ma se ve ne è rimasto qualcuno a casa già utilizzato risparmiate tranquillamente.E’ importante che siano al riparo da fonti di luce e se dovete metterli in sacchetti, utilizzate sacchetti di carta. Evitate quelli di plastica.

I fiori e le foglie di Malva si conserveranno con tutte le loro proprietà benefiche per circa 1 anno e

come conservare la malva

saranno sempre pronti all’uso.

 

 

Come assumere e beneficiare delle proprietà della malva

Nella preparazione di infusi o decotti, la malva si esalta. In questo caso utilizzate anche le foglie e fiori essiccati poco fa, ma se volete fare delle insalate utilizzatela fresca.

I fiori e le foglioline di malva sono commestibili e possono essere utilizz
ati per condimenti leggeri come risotti o del ripieno per le frittelle fatte in casa. Inoltre sono un toccasana anche per le zuppe. Ricordate quanti benefici nell’apparato respiratorio porta.

Preparare la Tisana alla malvatisana malva

La tisana alla malva è una bevanda calmante e può essere assunta alla sera per trasformare lo stress in rilassamento. Quindi aiuta a dormire meglio ma è utile anche dopo pranzo o cena come digestivo naturale. Per preparare la tisana alla malva ci vuole davvero poco. Versate due cucchiaini di malva essiccata e aggiungete una tazza di acqua bollente. Aspettate 10 minuti, filtrate l’infuso e bevete questa tisana dalle mille proprietà.

Check Also

tiralatte elettrico

Il Tiralatte Elettrico, consigli utili prima dell’acquisto

Contents1 Un valido aiuto per le mamme: il tiralatte2 Cos’è il tiralatte?3 Perché e’ utile …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.