Home / Salute / Lipotimia: cause, sintomi, come intervenire

Lipotimia: cause, sintomi, come intervenire

Indice

Se sei qui, significa che hai sentito parlare di lipotimia e vuoi saperne di più. Per avere maggiori informazioni in merito, puoi seguirci nelle prossime righe e scoprire la guida che abbiamo creato sul tema.

Cos’è la lipotimia

Iniziamo dalle basi, ricordando che la lipotimia è una condizione che vede una persona soffrire di debolezza improvvisa, senza per forza arrivare alla perdita di coscienza. Come appena ricordato, non è presente la totale perdita di sensi, ma si è comunque troppo debilitati per reagire e muoversi. Le cause possono essere molteplici.

LIPOTIMIA

Cause Lipotimia

Quali sono i fattori causali che provocano la lipotimia? In primo piano troviamo i problemi di ossigenazione cerebrale, dovuti in particolare a cali di pressione arteriosa. Nei casi in cui il cervello non riceve abbastanza sangue, la sua attività subisce un’interruzione brusca che, come poco fa accennato, può comportare una perdita di coscienza.

L’elenco di lipotimia cause non finisce certo qui! Tra gli altri fattori eziologici che possono causare questo problema è possibile ricordare lo stress emotivo – le cui conseguenze si aggravano se il soggetto è ansioso – il caldo, la stanchezza fisica e l’ipoglicemia.

In alcuni casi, la lipotimia è provocata da condizioni come l’ulcera peptica. La patologia in questione, di suo, può colpire la mucosa dello stomaco o dell’esofago. Nel novero delle cause di questa condizione è possibile includere anche l’anemia e la congestione.

Lipotimia sintomi

I sintomi della lipotimia sono molteplici. Comprendono infatti un annebbiamento generale della vista, ma anche pallore, sudore freddo, vertigini, sensazioni di vuoto alla testa voglia di stendersi. I soggetti che soffrono di crisi lipotimiche sperimentano anche un abbassamento della frequenza cardiaca ed episodi di nausea.

 

Rimedi per la lipotimia

Quando si ha a che fare con una persona che soffre di crisi di lipotimia, è fondamentale intervenire tempestivamente. Se il soggetto si riprende in qualche istante, non c’è bisogno di particolari manovre. In caso contrario, bisogna seguire una specifica procedura. Ecco i passi principali:

  1. Porre la persona in posizione distesa e tenergli alzate le gambe. Ci si può aiutare con dei cuscini o con uno sgabello.
  2. Impedire al soggetto che ha vissuto la crisi di lipotimia di alzarsi in maniera brusca. Il rischio, in tal caso, è quello di una nuova crisi.
  3. Eliminare eventuali indumenti o accessori che impediscono i movimenti e la respirazione, come per esempio cinture o pantaloni troppo stretti.

Essenziale, inoltre, è far allontanare eventuali altre persone presenti, o almeno impedire che si avvicinio troppo al soggetto che ha vissuto la crisi di lipotimia.

Nel frattempo, bisogna tenere sotto controllo il battito cardiaco e le altre funzioni vitali. Da evitare assolutamente è la somministrazione di alcolici. L’alcol, infatti, è un vasodilatatore e può peggiorare la situazione in merito a lipotimia sintomi.

Per concludere, ricordiamo che, alcuni aspetti delle crisi di lipotimia, sono simili a quelli delle crisi epilettiche. Specifichiamo infine che, dopo un episodio di lipotimia, può essere utile sommistrare al soggetto coinvolto un infuso di verbena prima di coricarsi

Check Also

pesce-gravidanza

Quali pesci mangiare in gravidanza?

Indice 1 Pesci in gravidanza: quali evitare2 Quali pesci mangiare in gravidanza3 Perché mangiare le …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.