consigli per il benessere e alimentazione naturale studio 45

 

ti faccio dimagrire mangiando

manuale sul corretto uso di cibo e integratori

STUDIO45 benessere

NUTRIZIONE   INTOLLERANZE  PROBLEMI DI PESO FORMA  INTEGRAZIONE   FITNESS

 il benessere a portata di clic    Segui benesserestudio su Twitter 

 

Ricerca personalizzata

 

 

Macrolibrarsi


MENU

TI FACCIO DIMAGRIRE MANGIANDO

I  SEGRETI  DEL  BENESSERE    dagli additivi allo zucchero

tutto ciò che passa dalla nostra  tavola

ALIMENTAZIONE E  NUTRIZIONE


RIMEDI ALTERNATIVI

agopuntura  chiropratica

fiori di Bach  fitoterapia

medicina  ayurvedica

omeopatia osteopatia,

qigong reiki  riflessologia

schiatsu tuina  yoga

ARGILLA

SALE DELL'HIMALAYA

TISANE, DECOTTI, TINTURE, OLI...

OLIO DI ARGAN 

AMICHE PIANTE

dall'aglio allo zafferano

 

STEVIA 

alternativa naturale allo zucchero

RACCOGLIERE LE ERBE E CONSERVARLE

ALOE   MIELE

GINSENG GUARANA

FRUTTA E VERDURA

ACETO DI MELE - BACCHE DI GOJI

INTEGRATORI NATURALI


PARTIAMO DA ZERO!

ACQUA       PROTEINE

FIBRE         OMEGA 3 e 6

VITAMINE

PROBIOTICI

OLIGOELEMENTI E SALI MINERALI

INTEGRATORI NATURALI


IL BENESSERE PER

SPORTIVI

BAMBINI

sonno,

piccoli disturbi e rimedi

obesità, inappetenza

intolleranze, svezzamento

pannolini ecologici

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO


PARLIAMO... DI CUORE

FUMO    

IPERTENSIONE

COLESTEROLO

DIABETE

CONSIGLI UTILI PER INTEGRARE   


LA BELLEZZA NATURALE

CELLULITE

CAPELLI

PELLE  

trucchi e consigli per ogni pelle

rughe, solari

ACNE, EFELIDI, MACCHIE

UNGHIE

CONSIGLI UTILI UTILI PER INTEGRAZIONE


 DISTURBI E RIMEDI

HERPES LABIALE

MAL DI TESTA

NASO GOLA ORECCHIE 

OCCHI     DENTI

STRESS  INSONNIA

RADICALI LIBERI

CONSIGLI UTILI


IL NOSTRO AMBIENTE

FENG-SHUI

bioedilizia,

campi elettromagnetici, ...

 

AMBIENTE E 

IGIENE DOMESTICA

acari, detersivi ecologici, risparmio energetico,...


PER SPAZIARE...

DITEVELO CON LE PAROLE... aforismi, aneddoti, poesie...

SITI  PREFERITI

Motori di ricerca e siti per il benessere del corpo e della mente


 

 

 

 

 

 

 

 

Contatti  Chi siamo

Disclaimer  Privacy

 

 

condividi su Facebook   CONSIGLI PER IL BENESSERE DI TUTTI I GIORNI  

 

GUEST POST

DA UNA NOSTRA LETTRICE: Daniela D.P.

scopri come partecipare anche tu, invia le informazioni che vuoi condividere a info@studio45benessere.it

SEMI DI ALBICOCCA PER COMBATTERE I TUMORI

Chi avrebbe immaginato che nell'albicocca avremmo trovato un potente antitumorale? Poco nota in Europa per queste sue facoltà, l'albicocca è invece conosciuta in Pakistan come un prodotto ad alto valore curativo tanto che il popolo Hunza, che di questo frutto utilizza sia la polpa che il seme, ha la più bassa insorgenza di tumori al mondo.

E' proprio nelle sue proprietà anti tumorali infatti che risiedono i principali effetti benefici di questo frutto, proprietà che, in vero, derivano dall'assunzione del seme e non propriamente dalla polpa. I semi dell'albicocca dunque si presentano quasi come un elisir di lunga vita noti alla medicina cinese fin dal secondo secolo prima di Cristo, periodo nel quale vengono riportate delle ricette nelle quali si indicano le proprietà benefiche dei semi di albicocca proprio nella cura dei tumori.

La scienza moderna ha analizzato questo frutto al fine di stabilire se queste dicerie fossero appunto tali, e dunque i benefici che pur si riscontrano fossero dovuti in un certo qual modo a un effetto placebo, o se in effetti vi fossero fondamenti scientifici nelle proprietà curative dei semi di albicocca.

Gli studi, in questo caso, hanno confermato in modo chiaro quanto la medicina naturale già sapeva, ovvero che i semi di albicocca sono ricchissimi di vitamina B17, in medicina nota anche con i nomi di nitroloside o amigdalina, la quale ha un altissimo potere inibitorio di tumori e stati di metastasi tumorale.

Tale vitamina, in particolare, libera del cianuro capace di uccidere le cellule ammalate grazie al fatto che nelle cellule tumorali esiste un enzima - ovviamente assente nelle cellule sane - che si attiva in presenza della vitamina B17 dando così origine al cianuro.

Ovviamente non solo i semi di albicocca contengono vitamina B17, ma anche i piselli e le fave, i cereali e i germogli di legumi, l'erba medica, le rape, la lattuga, gli ortaggi, le bacche. Il fatto è che i semi di albicocca, a differenza degli altri prodotti naturali, ne sono particolarmente ricchi: la dose giornaliera indicata è di 7 / 10 semi al giorno con i quali si è in grado di avere una reale azione protettiva dal cancro.

Va detto inoltre che l'assunzione di semi di albicocca risulta priva di effetti collaterali tanto che la dose giornaliera può essere aumentata di ben cinque volte, fino a 50 semi di albicocca al giorno, nelle persone che sono ammalate di cancro e che vogliono utilizzare la vitamina B17 per contrastare il cancro stesso.

 

 

CONSIGLI condividi su Facebook

  • FARE PIU' ATTIVITA' FISICA.

  • MANGIARE CIBI SANI (5 PORZIONI DI FRUTTA E VERDURA!) E BERE TANTA ACQUA.

  • nel contesto di una dieta corretta, di una giusta attività fisica e di un buon adattamento allo stress, è probabilmente più dannosa l'ABITUDINE DELLA brioche del mattino (se mangiata tutti i giorni) della bistecca alla valdostana o della fonduta di gorgonzola mangiata in compagnia una volta ogni tanto.

  • EVITARE DI CONDIRE CON BURRO, STRUTTO, PANNA, PANCETTA, Sì ALL'OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA POSSIBILMENTE SENZA OLIERA MA A CUCCHIAI IN MODO DA GESTIRLO MEGLIO.

  • lATTE E LATTICINI MAGRI. sEMAFORO VERDE PER LA RICOTTA.

  • TRA I SALUMI PREFERISCI IL PROSCIUTTO CRUDO (NON PIU' DI DUE VOLTE A SETTIMANA) E LA BRESAOLA (CHE IN REALTA' E' CARNE DI CAVALLO O MANZO AFFETTATA).

  • USA MOLTE FIBRE NELLA TUA DIETA.

  • EVITA CIBI COTTI A LUNGO E FRITTI E SE TE LI CONCEDI NON RICICLARE MAI L'OLIO USATO. mEGLIO LE VERDURE CRUDE, AL VAPORE O BOLLITE CON POCA ACQUA.

  • CARNE ROSSA UNA VOLTA A SETTIMANA, MEGLIO CARNI MAGRE COME POLLO, TACCHINO, CAVALLO, STRUZZO, CONIGLIO.

  • PESCE ALMENO TRE VOLTE A SETTIMANA.

  • SMETTERE CON ALCOOL E SIGARETTE.

  • POCO SALE CHE SIA INTEGRALE MARINO O IODATO, EVITARE IL DADO, UTILIZZARE AROMI.

  • PROVA AD INIZIARE UN PASTO CON UN PIATTO DI INSALATA

  • TROVARE IL TEMPO PER IL GIUSTO RIPOSO.

  • COCCOLARSI, DEDICARE TEMPO AI PROPRI INTERESSI, MANGIARE CON CALMA MASTICANDO BENE.

SPIRITO POSITIVO E DI CONTINUO MIGLIORAMENTO

 

 

- L'OLIO DI PALMA E' DANNOSO?

Tantissimo per la salute e l'ambiente. Clicca per approfondire.

 

- HAI SEMPRE FAME

Cerca di bere un bel bicchiere d'acqua prima del pasto, questo ti farà sentire sazio prima. Dopo aver mangiato aspetta che il tuo cervello registri il senso di sazietà prima di gridare - aiuto ho fame ancora!!!! Prediligi un pasto ricco di proteine (es. carne, pesce, legumi), piuttosto che ricco di carboidrati (es. pasta, pane). Cerca di fare una buona colazione, saltare il primo pasto non aiuta anzi, a volte è l'ideale per far nascere gli attacchi di fame cieca; un'abbondante ed equilibrata colazione limita l'appetito per il resto della giornata e se dopo la colazione hai ancora fame tieni a portata di mano mezza banana o uno yogurt, secondo molti nutrizionisti uno snack ricco di proteine animali, come un mini-involtino di carni bianche è più saziante. Scopri gli elementi base dell'alimentazione naturale.

 

 

- PESANTEZZA E SONNOLENZA DOPO I PASTI

Cerca di aiutare la tua digestione mangiando cibo naturale, meno elaborato, masticando più lentamente (la prima digestione avviene infatti in bocca, lasciamole il tempo adeguato..!). Scopri inoltre quanto la natura ci possa aiutare: amiche piante

 

 

- OCCHIAIE

Trita e schiaccia un ciuffo di menta fresca, stendi il tutto sulle occhiaie per una ventina di minuti due volte a settimana. Per la tua bellezza naturale

 

 

- SENSAZIONE DI PESANTEZZA, GONFIORE

Cerca di mangiare sano, lentamente così ingurgiterai meno aria. Evita bibite gassate. Sembra una battuta ma a volte si è più gonfi che grassi. Inoltre evita di mangiare in preda a nervosismo e stress che influiscono sul rilascio di succhi gastrici. Sonnolenza dopo i pasti anche se il pasto era troppo ricco, troppo acido, oppure conteneva un alimento al quale sei sensibile, come grano o latticini. Se sospetti di avere un'intolleranza verso un alimento, eliminalo per 5 giorni, usalo di nuovo e controlla la reazione. Utili anche tisane e decotti

 

 

- DIFFICOLTA' A DIGERIRE

Cerca di evitare cibi troppo raffinati, pasti elaborati, abuso di alcolici, cibi ricchi di grassi ma poveri di vitamine e fibre.  Utili anche tisane e decotti

 

condividi su Facebook

 

 

- MANGI POCO MA INGRASSI

Non ci sono formule magiche per il dimagrimento, cerca di evitare fuori pasto, snack sfiziosi affascinanti buoni ma subdoli perché ingrassano anche se sono molto piccoli, non ti saziano anzi inducono a mangiarne subito un altro! Evita bevande gassate, succhi di frutta, sono altamente calorici e gonfiano. La birra è da considerarsi un alimento non una bevanda, ricordatene soprattutto in estate, la birra ha un sacco di calorie! Preferisci un frutto fuori pasto, possibilmente una mela o una pera (la banana ad esempio è molto calorica).  Scopri tutti i benefici della frutta.

 

 

- QUAL E' LA DIETA GIUSTA   

Ognuno di noi è diverso dunque ognuno di noi dovrebbe avere un programma nutrizionale personalizzato. Rivolgiti ad esperti della nutrizione che sappiano individuare le tue abitudine sbagliate, il tuo stile di vita, i tuoi bisogni, ecc.. Il programma nutrizionale corretto non è un digiuno, non è diventare schiavi della bilancia, non è soffrire, ma è ristabilire il giusto equilibrio per il nostro benessere. No alle monodiete (mangiare solo proteine, mangiare solo certi alimenti...) che danno origine a scompensi e carenze pericolosissime. No ai fai da te. Per saperne di più: ti faccio dimagrire mangiando

 

 

- PROBLEMI DI PRESSIONE ALTA

Cercate, lo saprete già, di ridurre il consumo di sale, oppure usare un sale iposodico. Un consiglio: quando preparate la pasta aggiungete il sale solo poco prima di scolarla, il gusto non cambia (provare per credere) ma in compenso la pasta assorbe molto meno sale che si deposita poi nelle nostre arterie... Invece che abbondare con il sale cerchiamo di utilizzare spezie e aromi o una spruzzata di limone! Oppure utilizzare sale iposodico o marino integrale. Il sale è composto da due sostanze il sodio e il cloruro, nel normale sale da tavola la percentuale di sodio è circa il 40% ed è quello che da problemi maggiori. Gli adulti non dovrebbero consumare più di 6 g di sale al giorno (2,5 di sodio), secondo quanto suggerito dall'Organizzazione Mondiale della Sanità. Per intenderci un cucchiaino corrisponde già a 6 g di sale! Mentre in Italia il consumo medio di sale pro-capite è stimato pari a circa 10-15 g giornalieri! Un pasto può contenere fino a 20 g di sale senza che ce ne rendiamo conto, una percentuale del 50% è il sale che prendiamo inconsapevolmente da cibi che hanno sale aggiunto durante i normali processi industriali e di conservazione, circa il 15% è il sale già naturalmente presente negli alimenti e circa il 33% quello che aggiungiamo noi durante la preparazione dei cibi. vai a: parliamo di...cuore

Ridurre gradualmente il consumo di sale migliora la nostra sensibilità gustativa consentendoci di apprezzare cibi poco salati, insomma questione di abitudine! Consumare meno sale abbassa la pressione arteriosa, migliora la funzionalità del cuore, dei vasi e del rene e aumenta la resistenza delle ossa.

 

- COME CURARE LO STRESS E L'INSONNIA A TAVOLA

E' possibile curare lo stress e l'insonnia anche a tavola, evitando alcuni alimenti e assumendone altri. Bastano pochi accorgimenti per dare un nuovo colore alla nostra giornata anche in base alle stagioni e alle situazioni da affrontare. Ad esempio mangiare il pesce, soprattutto di acque fredde può prevenire la depressione inoltre non tutti sanno che....segue

 

 

 

- CON IL DIABETE COSA DEVO EVITARE ?

Il livello degli zuccheri nel sangue non viene aumentato da tutti gli alimenti in maniera uguale. Il fruttosio, ad esempio, viene assorbito molto lentamente e la conseguente produzione di insulina è abbastanza scarsa, dunque ha un basso indice glicemico, come molte verdure, mentre il riso, il pane, la pasta non integrale e il saccarosio, vengono invece assorbiti molto più rapidamente e determinano un indice glicemico importante. 
Se si assumono parecchi carboidrati, l'organismo reagisce ad un eccesso di zuccheri  producendo insulina e trasformandoli rapidamente in tessuto adiposo. 
È in funzione di tutto ciò che  il tasso glicemico scende in modo repentino, e come conseguenza stimola un desiderio di alimenti dolci o di altri carboidrati (destinati a riequilibrare il tasso di zucchero nel sangue), e si può instaurare un circolo vizioso complicato e infinito.
Per rallentare l'assorbimento degli zuccheri si possono adottare varie strategie: fondamentale è aumentare la quota di
fibra (come attraverso la pasta integrale, ad esempio, che è assorbita molto più lentamente della pasta comune e raffinata), inoltre è molto utile  associare l'uso dei carboidrati e delle proteine come nel caso della classica pasta e fagioli.
Visita la nostra sezione sul diabete.

 

condividi su Facebook

 

 

- Cosa sono i radicali liberi

I radicali liberi sono delle molecole ossidanti che l'organismo produce nel corso di tutti i fenomeni biologici della vita. A volte si tratta di molecole ossidanti provenienti dall'esterno: fumo di sigaretta, inquinamento atmosferico, o sostanze contenute negli alimenti. I radicali liberi causano invecchiamento generale, rughe della pelle, fenomeni infiammatori, artrite, asma, bronchiti croniche, artrosi, cataratte, malattie del fegato, nefriti, insonnia, perdita di capelli. L'organismo si difende da questi radicali liberi attraverso gli enzimi che produce grazie a minerali come lo zinco, silicio, magnesio, rame, selenio. Grazie anche alla vitamine C, E, beta-carotene, e i flavonoidi contenuti nelle verdure e frutta. Una persona produce ogni 24 ore circa 5 g di scorie di radicali. In condizioni di stress aumenta a dismisura l'aggressione dei radicali liberi. Le malattie favorite dai radicali liberi sono: alcuni tipi di cancro, l'infarto, l'aterosclerosi, l'ipertensione, l'ictus, alzheimer, parkinson, retinite pigmentosa, diabete mellito di tipo 2. I cibi antiossidanti sono: fragole, prugne nere, arance, mirtilli, lamponi, susine, spinaci, more, mele, pesche, barbabietole, broccoli, cavolo verde, piselli, pompelmo, avocado, kiwi, pomodori, carote, cetrioli, banane, melanzane, cipolle, rosmarino, menta, salvia, timo, origano, aneto, thé verde, aglio, patate dolci, peperone, zucca, uva, zafferano, olio extra vergine di oliva...Spesso indispensabile l'assunzione di integratori naturali. Ottime  le bacche di Goji.

 

 

- COSA USARE PER CONDIRE 

Suggeriamo di utilizzare un buon olio extra vergine di oliva e di sostituirlo all'uso di margarina e burro; occhio alle margarine !!! Importante anche come e dove cuociamo i cibi...segue

 

 

- PERCHE' PREFERIRE UN RIMEDIO ALTERNATIVO

I rimedi alternativi o naturali, sono per lo più concepiti in maniera olistica, ovvero, rispettando il nostro corpo in maniera totale, percependo un sintomo come un disequilibrio che si deve curare alla radice senza eliminare il sintomo superficiale che è solo il modo che ha il nostro corpo di chiedere aiuto. Andando a ritrovare l'equilibrio, il sintomo scomparirà da solo di conseguenza.

In genere sono i rimedi più antichi, meno condizionati dall'aspetto commerciale, indicati a tutti e con meno effetti collaterali. Vi invitiamo a dare un'occhiata alle principali cure alternative e complementari e all'uso degli integratori naturali.

 

 

- COSA SONO I GRASSI IDROGENATI
Sono agenti utilizzati dall'industria alimentare per presentare al consumatore un prodotto con determinate caratteristiche di forma e consistenza, ma che dal punto di vista nutrizionale sono inconsistenti se non addirittura dannosi. I grassi vegetali idrogenati  sono   margarine e sono presenti in quasi tutti gli alimenti quotidiani, dalle brioches ai grissini, crackers, molti dolci confezionati,  moltissimi tipi di pane, e molti altri ancora. Questi grassi acidi in forma "trans", interferiscono pesantemente nei meccanismi di regolazione dei valori del colesterolo . Visto che sono così diffusi e nascosti, basta poco non accorgersi e raggiungere una quantità elevata da introdurre nel corpo per poi interferire con il colesterolo. Ad esempio, per farci un' idea, una bistecca da 150 grammi contiene la stessa quantità di "trans" di un singolo biscotto. 
Bastano due crackers e un biscotto e siamo già pesantemente fuori...Scopri tutto ciò che senza rendercene conto passa sulla nostra tavola:
segreti del benessere

 

 

- UNGHIE E CAPELLI

Per mantenere sani e belli unghie e capelli non è necessario utilizzare prodotti che possano danneggiare animali e ambiente. Spesso basta imparare come prendersi cura del proprio corpo in modo naturale e assolutamente semplice. Vedi consigli alimentari e naturali per unghie e capelli

 

 

- IL DOLCIFICANTE

Meglio un caffè amaro che con il dolcificante; recentemente è stato scoperto che a causa di un metabolita dell'Aspartame, chiamato formaldehyde, si possono presentare  problemi  seri come il danneggiamento a lungo termine del sistema nervoso, e danni irreversibili al sistema genetico.
La formaldeide può causare severi danni all'organismo anche a bassi livelli di assunzione! Il fruttosio ed il saccarosio (nome chimico dello
zucchero comunemente usato) hanno lo stesso valore calorico, vale a dire 4 calorie per grammo. Quindi dal punto di vista nutrizionale si equivalgono. La differenza risiede nel fatto che il fruttosio ha un potere dolcificante superiore a quello del saccarosio (circa 4 volte di più), per cui, se per rendere dolce una tazzina di caffè si usano 10g di saccarosio (40 calorie), è sufficiente usare una quantità inferiore di fruttosio (circa 2.5g pari a 10 calorie) per ottenere lo stesso grado di dolcezza. Scopri tutto sullo zucchero e le alternative naturali.

 

 

- COME RIUSCIRE A DORMIRE MEGLIO

Innanzitutto sarà impopolare e antipatico ma il fumo non solo danneggia in tutti i modi che già sappiamo ma nuove gravemente al sonno il 28,1% dei fumatori lamenta disturbi sulla qualità del sonno contro il 19,1 dei non fumatori e il 17% di chi fuma dorme 6 o meno ore per notte rispetto al 7% di chi non fuma. Naturalmente i problemi legati al sonno possono essere anche legati a particolari condizioni di stress o anche all'alimentazione. Scopri nuovi sistemi assolutamente naturali e nuove abitudini per aiutarti a dormire meglio qui

 

 

 "ne uccide più "la gola" che la spada..." noi siamo ciò che mangiamo !

buona navigazione nel nostro sito!

 

 


 

 

 

 

 

NORME SULLA PRIVACY

"Per pubblicare gli annunci su questo sito utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare alcuni dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Il presente sito aderisce ed è conforme alla cookie law  (direttiva 2009/136/CE) se state navigando vuol dire che avete già chiuso la finestra pop up apposita che vi consentiva di proseguire e accettare. Qualora vogliate visionare la nostra privacy policy la potete leggere qui.

DISCLAIMER

I consigli per il benessere che vengono esplicitati nel sito non vogliono essere sostituibili in nessun modo a consigli medici o specialistici, ai quali ci si deve rivolgere in caso di patologie. 

Il proprietario del sito non ha nessuna responsabilità per i contenuti degli annunci pubblicitari o rubriche scritti da terzi (esperti o siti) presenti nelle pagine del sito stesso.

Se ritenete che vi siano presenti sul sito violazioni del copyright segnalatecelo e provvederemo a rimuovere il materiale o a segnalarne la fonte.

  www.cerrrca.com    


 

INIZIATIVA


Vuoi partecipare al sito con un guest post?

Scrivi un articolo, un commento o condividi un'informazione nel campo del benessere.

Invialo a

info@studio45benessere.it 

I più interessanti saranno pubblicati a tuo nome sulla nostra home page e sui nostri social.

 
 

 vai al sito macrolibrarsi


Macrolibrarsi.it presenta la nuova collana per bambini Macro Junior

Libri per bambini

1-3 giorni di spedizione

L'ideale per ogni ricorrenza, stando comodamente seduto a casa!!


 

Padre Ricco Padre Povero
Voto medio su 57 recensioni: Da non perdere

come pianificare il proprio futuro economico e avere una nuova visione del mondo!

 


 

 E' stata solo l'abitudine

      E' STATA SOLO   

L'ABITUDINE

 UN ROMANZO PER RIFLETTERE  

Soli anche vivendo insieme e incontrarsi per caso pur vivendo da anni nella stessa casa... segue