Home / Salute / Integratori efficaci

Integratori efficaci

INTEGRATORI EFFICACI E NATURALI

Gli integratori non devono contenere conservanti, coloranti, aromi, possibilmente nessun dolcificante.integratori-NATURALI

Ci è impossibile entrare nel merito di marche e distribuzione ma in linea generale possiamo consigliare di valutare attentamente ingredienti, origine delle materie prime, eccipienti, per poter valutare al meglio un integratore e capire anche le differenze di prezzo, talvolta, da cosa possono essere giustificate…

Attenzione se contengono lattosio, glutine o altri elementi che possono scatenare intolleranze e allergie individuali.

Nel dubbio, rivolgetevi al vostro consulente di fiducia.

DIFESE IMMUNITARIE

Riprendere le attività quotidiane dopo una vacanza, periodi di stress intenso, cambi di stagione, abitudini, cattiva alimentazione, fumo, convalescenze, ci devono far ricordare che a volte è necessario qualche aiuto in più al nostro organismo per evitare di ammalarsi continuamente. Normalmente nel nostro organismo ci sono i globuli bianchi che hanno il compito di eliminare gli “agenti esterni” responsabili di infiammazioni o infezioni. Questi globuli bianchi si formano principalmente nel midollo osseo e timo. Ci sono diversi tipi di globuli bianchi, i leucociti neutrofili e u macrofagi inglobano (fagocitano) e distruggono agenti come batteri e tossine; i leucociti eosinofili e basofili sono specifici per le parassitosi; i linfociti B aiutano negli stati patologici e i linfociti T agiscono direttamente su altri agenti estranei. Ecco dalla natura qualche suggerimento per rinforzare questo meccanismo:

VITAMINA C

Ottimi quelli con estratto di ciliegia acerola. Meglio quelli con concentrati di polpa e buccia di agrumi con il loro naturale apporto di bioflavonoidi.

Particolarmente adatti ai fumatori che hanno bisogno dosi supplementari di vit. C, a chi vive in posti inquinati, chi non mangia abbastanza frutta e verdura, chi assume molti farmaci, anziani, chi consuma regolarmente l’aspirina.
Vi sono anche ottimi preparati a base di rosa canina associati magari all’echinacea. E’ una pianta aromatica dei boschi europei e dell’America tropicale. Contiene una quantità di vit C 50-100 volte superiore agli agrumi.

ECHINACEA

L’echinacea fa parte delle composite Tubuliflore. Proviene soprattutto dall’America settentrionale e Messico. Già in tempi antichi le popolazioni di quei luoghi la conoscevano come pianta terapeutica, soprattutto per disturbi e dolori di vario genere:infezioni della pelle, punture di insetti e serpenti. Il nome deriva da “echinos”, riccio e richiama la forma dei fiori. Pianta bella da vedersi e facilmente riconoscibile con petali di colore viola carico e dall’odore aromatico. E’ notoriamente un potente immunostimolante, sembra in grado di stimolare l’attività dei globuli bianchi e delle cellule della fagocitosi, che hanno il compito di “ingoiare” i germi, distruggendoli. Vengono usate nella fitoterapia e omeopatia foglie, parti aeree e radici dell’Echinacea Purpurea e radici dell’Echinacea Angustifoglia. Meglio se i prodotti in questione contengono anche concentrati di agrumi.

L’uso di questa pianta venne scoperto verso la fine del XVIII sec presso le comunità indiane del Nord America, che la utilizzavano comunemente e la consideravano una pianta sacra. Ben 14 tribù indiane usavano l’Echinacea come rimedio contro i morsi di serpenti e insetti velenosi. si facevano masticare foglie e radici a chi era stato morso e poi applicato un impasto sempre di foglie e radici di echinacea. In genere entro 2-3 gg i sintomi scomparivano. Proprio all’inizio del XX sec la tintura di echinacea viene annoverata fra i medicinali più venduti in America, utilizzata nelle terapie delle infezioni localizzate e sistemiche ma anche utilizzata localmente contro foruncoli, afte e vene varicose. Nel corso del XX sec si comincia a coltivare in Europa, soprattutto in Germania, utilizzata per curare malattie infettive come difterite e tifo. Negli Stati Uniti rimane il rimedio fitoterapico più utilizzato.

L’echinacea è stata comunemente impiegata per combattere la tosse, l’influenza, i raffreddori, infiammazioni gengivali, le tonsilliti, per curare le ferite infette. La letteratura scientifica evidenzia le proprietà dell’echinacea nella stimolazione delle difese immunitarie, nella preparazione dunque dell’organismo alle infezioni tipiche della stagione fredda.

ATTENZIONE!!! Chi è allergico alle composite dovrebbe evitarne l’assunzione, i soggetti affetti da malattie autoimmuni devono evitarla.

ROSMARINO PROBIOTICI TUTTO PER AUMENTARE LE DIFESE IMMUNITARIE

PROPOLI

Spesso nella stagione invernale ci vengono proposti prodotti a base di propoli o la stessa propoli. Si tratta di una sostanza elaborata dalle api e impiegata per tappare i buchi del loro alveare affinchè non penetrino acqua, aria o altri insetti. La propoli è costituita essenzialmente da una miscela di composti di natura aromatica e fenolica arricchita da tante altre sostanze (acidi grassi, aminoacidi, vitamine, sali minerali,…) che dipendono dalla stagione, dalla vegetazione, ecc…In linea di massima è composta da resine e balsami, cera, oli essenziali, polline, materiali organici tra cui i flavonoidi, minerali (alluminio, calcio cromo, rame, ferro, manganese, piombo, silice,…), vitamine del gruppo B, vitamina C ed E.
E’ conosciuta per le sue proprietà fin dall’antico Egitto e dai Greci, fra i Romani veniva usata come disinfettante. A seconda delle fonti di raccolta, il colore della propoli varia dal giallo-verde (prevalenza di pini) al rosastro (prevalenza di pioppi), al nero (prevalenza di betulle). Anche l’odore varia a seconda delle resine presenti e il sapore che va dall’amaro al dolce. La consistenza dipende invece dalla temperatura ambiente.

La frazione di polifenoli o flavonoidi presente nella propoli è sicuramente una delle parti più interessanti. I flavonoidi sono pigmenti vegetali che proteggono e stimolano alcune funzioni metaboliche delle piante tra cui la respirazione. Questi flavonoidi assicurano alla propoli la proprietà antimicotica e antimicrobica. La percentuale di flavonoidi presenti nella propoli può far variare il costo e l’attività. Particolarmente utile contro le infezioni da Candida, micosi sull’uomo e sugli animali. Ha anche proprietà antivirali, inibisce anche alcuni tipi di herpes. Da sempre è conosciuta come cicatrizzante attraverso pomate e unguenti, avendo la capacità di rigenerare i tessuti. Ha azione immunostimolante, potenzierebbe l’azione dei vaccini e rafforza il sistema immunitario anche con somministrazioni a basso dosaggio ma prolungate nel tempo.

Ha attività vasoprotettrici grazie ai flavonoidi che prevengono la permeabilità e fragilità capillare. Ha proprietà antiossidanti e antiirrancidenti, la propoli può essere usata anche nella conservazione dei grassi e degli alimenti in sostituzione degli additivi chimici. Assunta per via interna migliorerebbe la secrezione dei succhi gastrici, è diuretica, favorisce l’assimilazione della vitamina C e funge da antinvecchiamento.

Associata all’echinacea può essere utilizzata per la prevenzione di sovrainfezioni batteriche durante le infezioni virali, tipiche nei bambini o anziani soprattutto nella stagione fredda. Usata in concomitanza con antibiotici è in grado di rafforzarne l’azione, in associazione con lo zinco sembra in grado di prevenire l’otite media acuta nei bambini più di altri antibiotici non naturali di prima scelta, riducendo i casi di recidività. E’ bene in questi casi più complessi chiedere sempre il parere medico.

La propoli si trova in commercio sotto varie forme, gocce, capsule, sciroppi, estratto secco (scegliere una titolazione di almeno 12% in galangina), soluzione idroalcolica (sconsigliata per i bimbi), spray, estratto analcolico (anche per bimbi).

Sapere di più sulla propoli

LATTOFERRINA

Proteina scoperta nel latte vaccino nel 1939 ha dimostrato spiccata attività antimicrobica, è in grado di legare il ferro e sottrarlo alle specie batteriche che ne fanno uso per la loro moltiplicazione. Possiede anche attività antinfettiva e immunostimolante.

ZINCO

Noto per le sue proprietà protettive nei confronti delle malattie e per la sua azione di rinforzo del sistema immunitario
vedi anche: COME AUMENTARE LE DIFESE IMMUNITARIE

Torna su condividi su Facebook Tweet

SALE DELL’HIMALAYA

Il sale himalayano può davvero essere considerato un prezioso dono della natura per il nostro benessere. Questo sale cristallino ha oltre 250 milioni di anni e viene estratto in giacimenti nelle altezze dell’Himalaya.
Può essere usato per uso alimentare, nei bagni e in tutti i casi d’impiego con soluzione salina.

Sin dai tempi più remoti l’uomo si é reso conto del potere e dell’energia di questo sale cristallino dell’Himalaya.
Fra tutti i cristalli di sale lo si può considerare il “diamante” perché è il più “pregiato”per la preparazione di Acque Saline.

Completamente trasparente questa roccia cristallina é simile al quarzo ed é molto rara. E’ stata usata da millenni come una medicina. E’ capace di riequilibrare i fluidi nell’organismo favorendo il funzionamento strutturale. Serve anche per riportare in equilibrio dall’accumulo di ioni negativi quando siamo esposti per molto tempo a fonti elettromagnetiche, pc, microonde, cellulari…

I cristalli di sale dell’Himalaya rappresentano, nella completezza della loro forma, un tipo di sale naturale particolarmente prezioso. Il sale dell’Himalaya davvero efficace deve essere garantito che venga estratto, lavorato, selezionato e lavato completamente a mano e quindi asciugato al sole. Non deve contenere additivi, solo così possiede altissime qualità bioenergetiche e non ha sostanze inquinanti che lo impoveriscono.

Puro con i suoi 84 elementi naturali ed oligoelementi, è prezioso per ripristinare il nostro equilibrio e rimuovere le scorie che accumuliamo anche assumendo sali da cucina industriali.

Il sale cristallino naturale è il sale dei mari primordiali da dove abbiamo avuto origine. Per effetto dell’energia della luce il mare primordiale è stato prosciugato più di 250 milioni di anni fa. E’ dalle viscere della terra che ora estraiamo questo “alimento di vita”.

In sintesi il sale himalayano può essere d’aiuto per le seguenti patologie:

riequilibrio pH naturale cutaneo e malattie della pelle.

L’effetto purificante di un bagno salino cristallino di 30 min. equivale a una dieta di 3 giorni: le tossine vengono trasferite dal corpo all’acqua della vasca per osmosi mentre la pelle reintegra i minerali in soluzione.

antinvecchiamento e rassodante per la pelle.

allergie, malattie respiratorie e da raffreddamento per utili lavaggi, inalazioni

igiene orale e dentale per gargarismi e sciacqui

malattie degli occhi, si possono fare lavaggi.

affezioni renali e disturbi femminili

disturbi della digestione

disturbi reumatici, gotta, artrite, artrosi

ansia, problemi di concentrazione, disturbi del sonno

Il sale cristallino dell’Himalaya può essere usato come:
– sale alimentare
– base per la preparazione della soluzione idrosalina

Col sale cristallino dell’Himalaya possiamo produrre la stessa soluzione idrosalina per:

contribuire al proprio benessere

ritrovare il proprio equilibrio psicofisico

ampliare la propria consapevolezza

attingere a una fonte di energia inesauribile.

Il sale è l’elemento fondamentale per ogni minimo processo del nostro corpo. Senza sale non potremmo vivere, respirare o formulare alcun pensiero. Il sale e l’acqua sono i nostri alimenti fondamentali, le sostanze all’origine della nostra formazione migliaia di anni fa. Noi uomini siamo costituiti per più del 70% di acqua.

La nostra vita nasce nel liquido amniotico di nostra madre, ad una temperatura di 37°C ed in una miscela di acqua e sale all’1%, chiamata soluzione idrosalina. Il nostro sangue è costituito al 90% di acqua ed è esso stesso una soluzione idrosalina identica al mare originario. Questa soluzione scorre per più di 90.000 chilometri attraverso il nostro organismo e provvede per osmosi al mantenimento delle nostre funzioni vitali.

Il sale da cucina è soprattutto cloruro di sodio e non ha niente in comune col sale naturale che, invece, è essenziale per mantenere le funzioni vitali.

Vi sono anche a disposizione i CUSCINI DI SALE. Vengono riscaldati brevemente in forno il cuscino alla temperatura di 50-60°. Applicate il cuscino di sale caldo sulla parte dolente e lasciate agire per circa 20 minuti. Uso: otite, contrattura muscolare, mal di schiena, dolori articolari.
Cuscino di Sale Himalayano

 

COLESTEROLO

OMEGA 3

Essenzialmente a base di due principi attivi: EPA e DHA , due acidi grassi che non sono prodotti dal corpo e devono essere integrati con l’alimentazione, in genere per cultura noi italiani non mangiamo molto pesce dunque ne siamo carenti. Indicato anche per chi mangia poche verdure a foglia, olio di semi di soia e noci.
Meglio se contengono anche vit. E
Non devono contenere coloranti artificiali, conservanti o aromi aggiunti.
AGLIO condividi su Facebook Tweet

RAFFORZARE LE OSSA

CALCIO E MAGNESIO

Ve ne sono di ottimi che contengono calcio proveniente dalla polvere della conchiglia d’ostrica e magnesio che deriva dal carbonato di magnesio.
Ottimo per integrare la dieta di anziani, donne in menopausa e premenopausa, donne in allattamento, bambini, persone intolleranti al latte e latticini.
Recenti ricerche hanno evidenziato che l’integrazione di solo calcio o di solo magnesio può contrastarne l’azione di una e dell’altra sostanza. Vedi anche CALCIO per altri approfondimenti.
Torna su

AIUTARE A PERDERE PESO

ACIDO LINOLEICO CONIUGATO

Integratori a base di acido linoleico coniugato aiutano l’organismo a trovare il giusto equilibrio tra massa grassa e massa magra migliorando anche l’aspetto esteriore della persona.
Riduce la presenza di grasso corporeo, migliora il tono del tessuto muscolare.
Il CLA è un acido grasso essenziale presente nelle parti grasse delle carni e nei latticini. Il CLA migliore deriva al 100 % dall’olio di cartamo.
GARCINIA CAMBOGIA condividi su Facebook

Torna su

ANTI-INFIAMMATORI ANTI-DOLORIFICI

Le articolazioni sono costituite da vari elementi: cartilagini, membrane sinoviali, muscoli, tendini. Quando abbiamo limitazioni nei movimenti e dolori ecco che la natura può venirci incontro anche perché utilizzare spesso o per lungo tempo farmaci può dare origine a gastriti, ulcere e dipendenza…

Le cartilagini sono composte da acqua, collagene, proteoglicani. Soprattutto, ma non solo, nell’invecchiamento articolare si ha una diminuzione del liquido sinoviale, altra causa possono essere i radicali liberi, sovrappeso, scarso apporto di minerali, vitamine, eccesso di alimenti acidificanti. Ben vengano dunque frutta e verdura che tamponano l’acidità e apportano elementi nutritivi, ma possiamo anche aiutarci con alcuni integratori che non hanno nessuna azione gastrolesiva!

GLUCOSAMINA E BOSWELLIA

Gli integratori che contengono una miscela di glucosamina cloroidarato ed estratto di boswellia, contengono a volte anche un concentrato di ciliegia acerola ed estratto di agrumi.
La glucosamina è una sostanza naturale estratta dal guscio dei crostacei come il granchio, l’aragosta, i gamberi che contengono chitina. Importante che si utilizzino gamberi non d’allevamento che inevitabilmente hanno bisogno di essere trattati con antibiotici dato l’affollamento in spazi ristretti, meglio quando si certifica che si utilizzano gamberi prodotti al di là della calotta di ghiaccio del Nord Atlantico, nelle gelide acque ricche di minerali incontaminate dell’Artico. La glucosamina deve essere estratta senza uso di alcool.
La glucosamina forma il lubrificante delle articolazioni. E’ già normalmente presente nella cartilagine che riveste le nostre articolazioni e diminuisce con l’età o per determinate patologie. E’ uno zucchero utilizzato nella sintesi dell’acido ialuronico del liquido sinoviale e dei proteoglicani. Spesso è utilizzata in composti in associazione con la condroitina, impiegata spesso con successo anche nelle osteoartrosi.
La boswellia è una pianta che cresce in Pakistan ed India, il nome deriva dal suo scopritore, l’inglese Boswell. In India, per secoli, è stata utilizzata per le sue proprietà antiinfiammatorie e come toccasana nelle sofferenze muscolo-scheletriche. Conosciuta anche come incenso, si utilizza il lattice di questo albero che è sempre stato usato dalla medicina Ayurvedica. La boswellia sembra contrastare l’effetto dei Leucotrieni, alcune delle sostanze responsabili dei processi infiammatori.

Aiuta a ripristinare il collagene e a mantenere sciolte le articolazioni, aiuta la normale funzionalità e mobilità delle articolazioni, migliora la capacità della cartilagine delle articolazioni di assorbire gli urti, fornisce la materia prima necessaria per mantenere sane le cartilagini, funziona come antiossidante e può aumentare l’efficacia della vit. C.
Ottimo per chi è avanti con l’età, donne in menopausa o premenopausa, sportivi che sottopongono a stress le articolazioni, chi ha subito incidenti o deve effettuare fisioterapia.

ARTIGLIO DEL DIAVOLO

E un’erba africana il cui nome deriva dagli uncini, piccoli artigli, che ne ornano i frutti: i suoi effetti antiinfiammatori sono da attribuire ai glicosidi presenti nella radice. Utile come antidolorifico, antiinfiammatorio.

ARNICA MONTANA

Viene di preferenza utilizzata dopo traumi, contusioni, non va applicata su cute lesa perché può provocare dermatiti con vescicole.

 

ANEMIA

FERRO

Meglio se contengono ferro ricavato da fumarato ferroso, altamente assorbibile e bene tollerato benché più costoso.
Indicato per coloro i quali con consumano quantità sufficienti di carne, cereali integrali, legumi e verdure, anziani, adolescenti di sesso femminile, donne in età fertile, sportivi e persone che svolgono una vita molto attiva, adatto per vegetariani.

FERRO E ACIDO FOLICO

Adatto per donne in gravidanza o che allattano (su consiglio del medico), donne in età fertile, anziani o adolescenti di sesso femminile. Adatto per vegetariani.
L’acido folico svolge un ruolo importante per lo sviluppo corretto del feto durante i primi mesi di gravidanza. Influisce positivamente sull’apparato cardiovascolare. condividi su Facebook

VITAMINE PER PELLE, CAPELLI E UNGHIE

Formule a base di ingredienti naturali studiate per rendere più forti e belli capelli, unghie e pelle, dovrebbero contenere:
– vit. C, importante antiossidante ed è uno dei fattori chiave per la produzione di collagene nella pelle, favorisce l’idratazione della pelle.
– biotina, una vitamina del gruppo B che aiuta a rendere le unghie più forti sani e belli i capelli e migliora le condizioni della pelle.
-collagene, il costituente principale della pelle e del tessuto connettivo, collabora al mantenimento di una pelle soda, tonica e senza rughe.
-ciliegia Acerola, estratto di semi d’uva, ricca fonte di polifenoli che aiutano a combattere i radicali liberi responsabili del danneggiamento dell’elastina della pelle e che stimolano l’efficienza capillare.
– cisteina, un aminoacido con proprietà antiossidanti che aiuta la sintesi delle proteine e il ricambio cellulare, stimola la formazione di cheratina, un’importante proteina che si trova nei capelli, nella pelle e nelle unghie.
-glicina, aminoacido che con il collagene favorisce l’idratazione della pelle.
Torna su

FIBRE

Integratori alimentari che comprendono varie fibre naturali ricavate da ciliegia acerola, limone, carota, avena, grano, orzo, soia, acacia, semi di psyllium, gomma di guar….
Indicati per chi non assume quantità sufficiente di carboidrati complessi, cereali integrali, frutta e verdura fresca.
Favoriscono un’ottima funzionalità gastrointestinale, fibre solubili e insolubili. Si fa in fretta a paralare di integratori di fibre ma bisogna stare molto attenti alla qualità, coltivazione delle materie prime, provenienza e effettive fibre contenute che non siano più irritanti e dannose per l’intestino.
Torna su

VITAMINA B

Vi sono in commercio formule equilibrate con vitamine essenziali del gruppo B, meglio di origine naturale, tramite un processo di fermentazione naturale del lievito.
Alcune contengono lievito naturale e lattosio, ma non altri ingredienti di origine animale, e sono quindi adatti anche a consumatori vegetariani.
Il lievito vivo e attivo è impiegato per far crescere la pasta di pane e per far fermentare gli zuccheri e produrre alcool. Tuttavia, riscaldando il lievito se ne distruggono i componenti attivi, il lievito per questi prodotti è stato specificatamente coltivato in un brodo di coltura vegetale per incrementare l’apporto nutritivo durante le fasi di sviluppo del lievito. Il lievito essiccato fornisce sei vitamine essenziali del gruppo B più la vit. B12. Il lievito in questa forma non provoca effetti negativi nel fisico (per esempio gonfiori intestinali).
Indicato per coloro che non consumano molti cibi ricchi di vitamine del gruppo B, seguono una dieta dimagrante o un regime alimentare particolare, fumano o consumano bevande alcoliche, assumono determinati farmaci e sostanze medicinali, in particolare antibiotici, anziani, donne in gravidanza o in allattamento (secondo consiglio del medico).

ATTENZIONE Le persone allergiche al lievito devono però prestare particolare attenzione all’integrazione con vitamina B!!! condividi su Facebook

VITAMINA E

Alcuni integratori contengono vitamina E derivata dall’olio di germe di grano (dal cuore del chicco di frumento non lavorato) e di soia sotto forma di d-alfa-tocoferolo. Tutto ottenuto attraverso un processo di spremitura a freddo. Gli oli apportano anche acidi essenziali: acido linoleico (omega 6)e acido linolenico (omega 3).
Servono come antiossidanti, per persone stressate, chi fuma, beve alcolici, chi vive in zone inquinate o è esposto a radiazioni solari.

CONCENTRATI DI FRUTTA E VERDURA

Indicati per tutti coloro che non consumano almeno 5 porzioni tra frutta e verdura al giorno, per chi desidera una maggiore protezione antiossidante contro i radicali liberi.

I migliori contengono:
– licopene, un fitonutriente estratto dal pomodoro e composto da carotenoide.
– acido ellagico estratto dal melograno e composto polifenolo.
– esperidina estratta dall’arancia bioflavonoide che deriva dagli agrumi,
– estratto dal te verde, un potente polifenolo antiossidante (epigallocatechinegallate- EGCG)
condividi su Facebook Torna su

PRESSIONE ALTA

AGLIO

Miscele speciali di aglio meglio se accompagnate da menta piperita per evitare sgradevoli ritorni di sapore. L’aglio per secoli è stato usato per le sue capacità benefiche tra cui l’irrobustimento dell’organismo e la capacità di migliorarne la resistenza.
Con allina e allicina. L’allicina blocca anche certi componenti di alcuni enzimi impiegati nella sintesi del colesterolo.

Può aiutare il sistema cardiovascolare e rinforzare la costituzione fisica, migliora la resistenza dell’organismo. Il particolare rivestimento di alcune capsule in commercio fa in modo che i principi attivi si liberino solo nell’intestino e non nello stomaco garantendo così un assorbimento ottimale delle sostanze benefiche.

PROSTATA

L’ipertrofia prostatica e gli altri problemi legati a questa ghiandola maschile interessano la quasi totalità degli uomini a partire dai quarant’anni in su. Spesso la medicina ufficiale propone terapie a base di farmaci talvolta nocivi o interventi chirurgici abbastanza invasivi. Eppure le diverse medicine naturali hanno messo a punto strategie sia di prevenzione che di cura molto efficaci e prive di effetti collaterali.

Ottime sono miscele a base di:
– estratto di sabala (serenoa repens)
-radice di ortica
-olio di semi di zucca
– alga dunaliella.
Prodotti fatti per contribuire al mantenimento del benessere della popolazione maschile in età matura.

Per saperne di più vi consigliamo anche la lettura di questo libro in cui si insegna a risolvere i problemi di questo organo con l’alimentazione, il massaggio, le erbe, l’omeopatia e tanti altri metodi alternativi; spiega che cosa origina il cancro alla prostata, come depurare e rafforzare gli organi vitali, migliorare la vita sessuale e annullare la possibilità di ammalarsi. Un capitolo speciale è dedicato alla personalizzazione del programma di cura per adattarlo alle esigenze e caratteristiche di ogni lettore:

Guarire la prostata in 90 giorni
Guarire la prostata in 90 giorni Senza farmaci o operazioni chirurgiche condividi su Facebook

I NOSTRI OCCHI

MIRTILLO CON LUTEINA
I migliori sono prodotti che combinano gli estratti di Mirtillo e di Calendula, possono contenere anche l’acido Docosaesaenoico (DHA) e il concentrato di ciliegia acerola come antiossidante.
-Il mirtillo aiuta la visione diurna e notturna,

-la luteina contenuta nella calendula è una sostanza antiossidante che aiuta a proteggere la retina. E’ il principale carotenoide contenuto nell’area centrale della retina, è un pigmento oculare molto importante perché filtra la luce blu delle radiazioni luminose e protegge quindi i punti più delicati della retina. Presente in piccole quantità alla nascita, aumenta durante l’infanzia e la pubertà per poi mantenersi costante. La sua mancanza da’ luogo a degenerazioni della macula con patologie gravi quali la maculopatia, si ammalano di questa malattia soprattutto i fumatori, le donne in postmenopausa, le persone con occhi chiari.

-Il DHA si trova in alta percentuale nell’occhio ed è indispensabile per il corretto sviluppo di un tessuto oculare sano.

Secondo alcune ricerche bisognerebbe stare molto all’aria aperta e quindi alla luce solare sopratutto per i bimbi per rischiare meno di diventare miopi rispetto a chi passa molto tempo al chiuso.

Torna su

CICLO MESTRUALE doloroso

AGL + AGNOCASTO
Speciali sono le formulazioni composte da:
– acido gammalinoleico (AGL)
-estratto da olio di Enothera
-borragine
-estratto standardizzato di Agnocasto (Vites agnus)
-estratti di Zenzero
-beta carotene naturale
-estratto di Angelica cinese
L’acido gammalinoleico apporta elementi nutritivi efficaci nel favorire uno stato di benessere nella donna durante il ciclo mestruale e sindrome premestruale, questi nutrienti alleviano i disturbi legati al ciclo mestruale.

Check Also

tiralatte elettrico

Il Tiralatte Elettrico, consigli utili prima dell’acquisto

Contents1 Un valido aiuto per le mamme: il tiralatte2 Cos’è il tiralatte?3 Perché e’ utile …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.