Home / Benessere / Come rinforzare le unghie che si spezzano e si sfaldano

Come rinforzare le unghie che si spezzano e si sfaldano

Si spezzano o si sfaldano? Come rinforzare le unghie con metodi naturali

Il loro aspetto, struttura, forma e colore ci possono indicare lo stato di salute generale. Per avere delle belle unghie occorre avere un’alimentazione sana ed equilibrata, eventualmente integrare con proteine di origine vegetale. Questo articolo vi fornirà indicazioni su come rinforzare le unghie che si spezzano o le unghie che si sfaldano.

Come rinforzare le unghie
Come rinforzare le unghie

A volte le unghie si rovinano per una manicure troppo aggressiva, utilizzo di smalti scadenti. Importante è non usare i guanti con detergenti aggressivi.

Un’unghia sana ha una superficie rosea, è resistente, uniforme e levigata. L’unghia è formata dalla lamina ungueale, la parte visibile che si taglia quando cresce, la matrice ungueale, cioè la fabbrica dell’unghia, nascosta sotto la pelle, il letto ungueale che costituisce la base su cui poggia e scorre materialmente l’unghia, la lunula ovvero la zona vicino alla radice dell’unghia a forma di mezzaluna biancastra, la cuticula ungueale, ovvero la pellicina che ricopre la radice dell’unghia per proteggerla da agenti esterni.

Le unghie dicono molto sulla nostra salute

Spesso le anomalie delle unghie dipendono solo da un disturbo banale come un fungo, ma se l’anomalia persiste bisogna andare dal medico specialista dermatologo perché potrebbe rivelare una malattia più grave.

Se è fragile si spezza facilmente, è probabile che abbiate una carenza di vitamine (A,B6,E, C, biotina) o sali minerali (ferro, zolfo, calcio, potassio, zinco, selenio, rame).

Anche le diete drastiche provocano un deperimento generale dell’organismo di cui fanno le spese anche capelli e unghie. Responsabili anche manicure aggressive o il contatto prolungato con acqua, detersivi, saponi o sostanze chimiche che disidratano l’unghia. Ottima fonte di vit. A, B e C per le unghie che si spezzano sono il peperoncino rosso secco, tarassaco, carote, rape, patate dolci, albicocche, spinaci. La vitamina H (biotina) è ugualmente importante per il metabolismo della cheratina; la si trova nel latte, nel fegato e nei legumi freschi. Importanti sono i sali minerali quali il molibdeno che è contenuto soprattutto nei cereali integrali, nel latte e nel formaggio, in piselli, fagioli e riso integrale, e lo zinco sono: tuorlo d’uovo, germe di grano, pesce, ostriche, carne e formaggio.

Ulteriori consigli nella nostra sezione sulle vitamine, frutta e verdura e amiche piante. Ricordarsi anche che le vitamine del gruppo B vengono sgominate da alcol, zucchero, fumo, caffè, stress, diarrea.

Ottimo fare tanti centrifugati per una full immersion di vitamine assumendo nel contempo mandorle, semini di sesamo, lino, girasole e zucca, avocado, tarassaco, germogli, cavoli di tutti i tipi, ortiche (nelle zuppe, sul riso integrale e sulle pizze) e asparagi vari (pungitopo, ecc).

CONSIGLI E RIMEDI NATURALI: COME RINFORZARE LE UNGHIE CHE SI SPEZZANO E SI SFALDANO

I naturopati erboristi consigliano:

  • bagni in acqua calda e frizioni in olio di oliva, per le unghie che si spezzano.
    Per le unghie che si sfaldano, si consigliano immersione delle dita nell’olio di mandorla (meglio se caldo) per 3 minuti alla sera, prima di coricarsi (cura da mantenersi regolarmente per qualche mese).
  • È preferibile limare le unghie anziché tagliarle. In questo modo, infatti, si esercita un’azione rinforzante più incisiva; l’ideale è servirsi di lime che hanno uno strato abrasivo integrato di minerali.
  • Altro rimedio efficace, semplice e naturale:
    Come rinforzare le unghie (4)
    Come rinforzare le unghie

    mescolare due cucchiai d’olio, possibilmente d’oliva, ed uno di succo di limone, e immergervi le mani per una decina di minuti, ogni giorno per almeno due settimane. L’olio le nutre e il limone le indurisce e dona lucentezza. L’olio di ricino sembra più ricco di virtù in questo senso, ma è più complesso procurarselo.

  • Un vero toccasana:
    immergere le unghie in 20 gr di olio di oliva, gr 5 di olio di mandorle dolci, gr 5 di latte bollito e gr 15 di succo di limone. Riscaldare appena l’emulsione e tenere per qualche minuto le unghie immerse.

RIMEDI NATURALI

Come creare un olio rinforzante per le unghie sfaldate

  • 2 tuorli d’uovo
  • 3 cucchiai di olio di ricino
  • 1 cucchiaio di miele
  • 1 cucchiaio di sale
  • Mescola con cura tutti gli ingredienti e usa l’olio come uno smalto.

L’utilizzo dell’altea

Il rimedio per rinforzare le unghie è molto semplice, basta fare cuocere venti grammi di radice polverizzata in pochissimo aceto fino a ottenere una pappetta da applicare sulle unghie per almeno una ventina di minuti al giorno.

L’utilizzo dell’equiseto

  • 1 gr di polvere di equiseto
  • 1 cucchiaino di miele
    Mescola i due ingredienti e assumi il composto due volte al giorno per dieci giorni al mese.
  • Per ottenere buoni risultati segui la cura per tre mesi.
    L’azione rimineralizzante della pianta contribuirà a conservare la robustezza delle unghie
  • 50 gr di equiseto – 1 lt di acqua fredda
  • Fai macerare in un litro d’acqua fredda l’equiseto per sei ore. Successivamente fallo bollire per 15 minuti a fuoco lento e lascialo in infusione per altri 15 minuti.
    Filtra e bevi l’infuso. Assumi due tazze al giorno per due settimane per rinforzo alle unghie.

 

Particolarità delle unghie e relativo significato

Se sono GIALLE spesso è perché si utilizzano smalti scadenti o c’è qualche problema a carattere respiratorio.

Se sono VIOLACEE ci sono problemi cardiocircolatori.

MACCHIOLINE BIANCHE sono bolle di aria tra le lamine, conseguenze di microtraumi, se sono molto diffuse possono segnalare la presenza di malattie quali psoriasi o dermatite atopica. Non vuol dire che si ha una mancanza di calcio come spesso ci indica la tradizione popolare.

MACCHIOLINE SCURE di solito sono causate da piccole emorragie al di sotto della lamina, se no scompaiono possono essere un neo o anche un melanoma, meglio farlo vedere.

PALLIDE potrebbero segnalare uno stato di anemia.

GIALLE dovute al fumo, a calzature troppo strette per le unghie dei piedi o a sostanze cosmetiche come smalti di cattiva qualità, che possono alterare il colore dell’unghia. Se sono gialle anche le unghie dei piedi può trattarsi di una malattia respiratoria.

RIGHE VERTICALI fenomeno legato al naturale processo di invecchiamento ma frequente anche in chi soffre di eczemi cronici. Anche una manicure troppo aggressiva possono provocarle.

RIGHE TRASVERSALI se riguardano un’unghia sola sono solo di origine traumatica; se riguardano tutte le unghie sono dovute a diabete, problemi circolatori, febbre o a farmaci come quelli utilizzati nelle chemioterapie.

AVVALLAMENTI solchi orizzontali più o meno profondi (linee di Beau) sicuramente c’è stato un trauma alla matrice, se i solchi sono diffusi su tutta l’unghia possono essere spia di uno stato di anemia.

BIANCHE E BRUNE probabilmente c’è la presenza di un fungo (onicomicosi), potrebbe infettare anche le altre unghie.

BIANCHE E ROSA se sono bianche con una striscia rosa nella parte finale si può sospettare una cirrosi epatica.

Come rinforzare le unghie
Come rinforzare le unghie

GIALLO BRUNASTRE può dipendere da un fungo che si prende nell’umidità delle docce e piscine. Sicura fresando la lamina dell’unghia e mettendo creme a base di zolfo.

STRISCE MARRONI può trattarsi di emorragie da piccoli traumi, ma se persiste potrebbe trattarsi di un neo. In questo caso meglio far controllare perché il rischio di melanoma per i nei sotto le unghie è più alto che in altre parti del corpo.

A CUCCHIAIO cioè se si scavano nel centro a forma di cucchiaio si può pensare a una carenza di ferro o problemi alla tiroide, certo se si esclude un trauma all’unghia stessa.

A VETRINO D’OROLOGIO le unghie appaiono convesse e tendono a ricoprire la punta dei polpastrelli. Alterazione legata a malattie respiratorie, del fegato e dell’intestino, presente anche nei forti fumatori e in alcolisti.

A GROTTA l’unghia tende a crescere verso l’alto e sotto si forma una cavità. Se si verifica nelle unghie dei piedi può essere semplicemente che si usano scarpe troppo strette. Può essere altrimenti segno di un’anomalia alla tiroide o psoriasi.

SONO SPESSE deformazione che colpisce soprattutto le persone anziane, legata all’invecchiamento delle unghie o dall’utilizzo di scarpe sbagliate.

AD ARTIGLIO l’unghia si ispessisce, diventa gialla e si piega ad artiglio, in genere questa anomalia dell’ unghia colpisce l’alluce ed è tipica delle persone che hanno deviazioni ossee delle dita dei piedi. L’ unica cura è asportare l’unghia e la sua matrice.

Come rinforzare le unghie
Come rinforzare le unghie

SI DISTACCANO intossicazione da farmaci o patologie che bloccano temporaneamente l’afflusso di sangue alle dita delle mani. Problemi legati alla tiroide.

BUCHERELLATE piccole depressioni sulla superficie delle unghie sono tipiche della psoriasi, una malattia della pelle che si manifesta con chiazze e squame e che nel 10% dei casi coinvolge le unghie. Spesso sono presenti anche macchie giallastre.

UNGHIE SOTTILI O EROSE può dipendere dal Lichen Planus, una malattia della pelle che si manifesta spesso in chi è colpito da epatite C. In questo caso bisogna iniziare una cura sia per le unghie sia per il fegato.

Quando si ha fretta sembra che lo smalto non si asciughi mai. Ma c’è un trucco: immergete le dita in acqua gelata.

 

 

Check Also

opinioni-crema-skinlabo

Recensione e opinioni della nuova crema Skinlabo anticellulite

Contents1 Skinlabo anticellulite: la recensione2 La Crema Skinlabo è un prodotto 100% italiano3 Modalità di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.