ti faccio dimagrire mangiando

manuale sul corretto uso del cibo e degli integratori

STUDIO45 benessere 

NUTRIZIONE   INTOLLERANZE  PROBLEMI DEL PESO  INTEGRAZIONE   FITNESS

 il benessere a portata di clic   Segui benesserestudio su Twitter   linkedin

Ricerca personalizzata

vai al sito macrolibrarsi

MENU

HOME

TI FACCIO DIMAGRIRE MANGIANDO

I  SEGRETI  DEL  BENESSERE dagli additivi allo zucchero tutto ciò che passa dalla nostra tavola

ALIMENTAZIONE E  NUTRIZIONE


RIMEDI ALTERNATIVI

medicina  ayurvedica

 ARGILLA

 SALE DELL'HIMALAYA

 TISANE, DECOTTI, TINTURE, OLI...

 OLIO DI ARGAN

 AMICHE PIANTE

dall'aglio allo zafferano

 

  STEVIA

alternativa naturale allo zucchero

 RACCOGLIERE LE ERBE E CONSERVARLE

  ALOE  - MIELE

  FRUTTA E VERDURA

  INTEGRATORI NATURALI

  GUARANA E GINSENG

  ACETO DI MELE 

  BACCHE DI GOJI


PARTIAMO DA ZERO!

  ACQUA    PROTEINE

  FIBRE      OMEGA 3 e 6

  VITAMINE

  PROBIOTICI

  OLIGOELEMENTI E SALI MINERALI

  CONSIGLI UTILI su INTEGRATORI NATURALI


IL BENESSERE PER

  SPORTIVI

  GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO


PARLIAMO... DI CUORE

  FUMO    

  IPERTENSIONE

  COLESTEROLO

  DIABETE

  CONSIGLI UTILI PER INTEGRARE NATURALMENTE


LA BELLEZZA NATURALE

  CELLULITE

  CAPELLI

PELLE  

trucchi e consigli per ogni pelle

rughe, solari

  ACNE, EFELIDI, MACCHIE

  UNGHIE

  INTEGRATORI NATURALI PER LA BELLEZZA


 DISTURBI E RIMEDI

  MAL DI TESTA

  HERPES LABIALE

  NASO GOLA ORECCHIE 

  OCCHI    DENTI

  STRESS E INSONNIA

  RADICALI LIBERI

  CONSIGLI UTILI


IL NOSTRO AMBIENTE

FENG-SHUI

bioedilizia,

campi elettromagnetici, ...

  LAMPADE DI SALE

AMBIENTE E 

IGIENE DOMESTICA

acari, detersivi ecologici, risparmio energetico,...

 


PER SPAZIARE...

DITEVELO CON LE PAROLE... aforismi, aneddoti, poesie...

SITI  PREFERITI

Motori di ricerca e siti per il benessere del corpo e della mente


 

 

Contatti Chi siamo

Disclaimer  Privacy

 

 

 

  

 

VITAMINE

Non è un caso che la prima metà della parola "vitamina" coincida con la parola vita!  

Si tratta infatti di principi essenziali alla vita. Senza alimenti l'organismo rimarrebbe senza carburante, senza vitamine rimarrebbe senza vita.

Sono state scoperte nel 1911 dal medico polacco Kazimierz Funk che estrasse per la prima volta dalla crusca una sostanza in grado di curare il beri beri (malattia dovuta alla carenza di vitamina B1) Mangiare bene e mangiare di tutto è la regola fondamentale. Il principio del piatto colorato (carote, pomodori, spinaci, barbabietole, finocchi ad esempio) a volte ci aiuta a individuare nei vari colori le varie vitamine affinché non ci siano carenze.

Possono essere suddivise in due grandi gruppi: le idrosolubili che non vengono accumulate nell'organismo e dunque devono essere assunte quotidianamente (vitamine del gruppo B, acido folico compreso, vitamina H, PP e C). e vitamine liposolubili che vengono assorbite insieme ai grassi alimentari e accumulate nel fegato, per arrivare a una vera carenza si dovrebbe non assumerle per tempi lunghi (vitamina A, D, E, K).  

VITAMINA  A    VITAMINA  B     VITAMINA  C     VITAMINA  D

VITAMINA  E    VITAMINA  K     VITAMINA  P      VITAMINA  PP

PROBIOTICI      LIBRI      INTEGRAZIONE

 

INTEGRAZIONE VITAMINICA      condividi su Facebook

PERCHE'? 

Oggi è sempre più fondamentale integrare. I motivi sono diversi, innanzitutto l'impoverimento della maggior parte dei principi nutritivi nel cibo: conservazione, manipolazione, congelamento, surgelamento, conservazione sfruttamento dei terreni, cottura. Tutto ciò determina un impoverimento tale in alcuni cibi da doverne quintuplicare l'uso per apportare la stessa quantità di vitamine... cosa che risulta scomoda, poco gradita e a volte non priva di effetti  collaterali indesiderati. La conservazione industriale dei frutti provoca la quasi totale scomparsa delle più importanti vitamine presenti, e spesso si mangia un frutto assolutamente vuoto; le vitamine inoltre sono spesso più concentrate appena al di sotto della buccia, dove purtroppo si condensano anche i residui di fitofarmaci utilizzati nella coltivazione e che è necessario eliminare prima di poter mangiare il frutto onde evitare l'ingestione di elevate quantità di possibili sostanze tossiche. Spesso la frutta è esposta sulla strada al contatto con gas di scarico e agenti inquinanti di ogni tipo...
QUANDO?

Alcune abitudini poi determinano un maggior consumo di fattori vitaminici (diete, alcool, tabacco, uso di farmaci soprattutto antibiotici, pillola anticoncezionale, sforzi fisici, ritmi frenetici, stress, igiene maniacale). Integrare è diventato quasi d'obbligo. Le vitamine inoltre non fanno ingrassare, non hanno contenuto calorico!

In alcuni momenti della vita poi può rivelarsi essenziale dare un aiuto al nostro organismo con una giusta integrazione vitaminica: periodo della crescita, allenamento sportivo, gravidanza, allattamento, vecchiaia, periodo mestruale, menopausa, convalescenze.

Oppure in presenza di patologie quali anemia, dermatiti, malassorbimento, osteoporosi, deficit immunitari, stipsi, stati depressivi, alcolismo.

Anche integrare e ben conservare la nostra flora batterica intestinale ci aiuta ad aumentare la quantità di alcune vitamine soprattutto quelle del gruppo B, e K le regole sono le stesse : vita e cibo sano, poco stress, pochi farmaci solo quando essenziali. I probiotici, regolano la microflora batterica intestinale, rinforzano il sistema immunitario, diminuiscono il colesterolo.  

QUANTO?

Per determinate situazioni, non hanno senso i dosaggi giornalieri consigliati, in quanto ci possono essere dei bisogni specifici che superano anche di molto le indicazioni usuali.

Prendiamo per esempio il caso di una donna che faccia uso della pillola anticoncezionale, in questo caso sarà bene che vi sia un'integrazione costante con la vitamina B6 ben più elevata del dosaggio consigliato per l'usuale integrazione.

 VITAMINA A o retinolo      condividi su Facebook

Necessaria per una buona vista, specie di notte. Necessaria per una buona crescita e lo sviluppo delle ossa. Protegge dalle infezioni. Mantiene sana la pelle. La medicina naturale sfrutta le sue proprietà per curare le infezioni acute, dell'acne e di altri problemi cutanei, per ridurre le mestruazioni troppo abbondanti, prevenire e trattare le ulcere peptiche e per accelerare i processi di cicatrizzazione.

Il betacarotene, precursore idrosolubile della vitamina A, è un antiossidante utile per la prevenzione di alcuni tumori e delle malattie cardiovascolari e contrasta gli effetti dell'invecchiamento.

Presente in uova, verdure verdi e gialle (carote, piselli, prezzemolo, peperoni, broccoletti, rape, zucca gialla, spinaci, cavoli), frutta(banane, albicocche, ciliege) fegato, latte e derivati, olio di fegato di pesce, uova.

Non resiste al calore (termolabile). Ogni elemento sottoposto a cottura ne risulta subito impoverito. Anche la luce solare può avere effetti destabilizzanti.

Colore predominante: giallo.

**Attenzione a dosaggi elevati può avere effetti tossici: vomito, diarrea, vertigini.  

VITAMINA B     condividi su Facebook

Tutte le vitamine del complesso B dovrebbero essere integrate soprattutto dai vegetariani.

      B1 o tiamina

       Necessaria per regolare il metabolismo dei carboidrati, controllare la trasformazione di zuccheri e proteine in grassi, favorire impulsi nervosi. Ha un rapporto diretto con l'appetito, la crescita dei tessuti, la digestione, le attività nervose e la produzione di energia. La sua assenza causa edema sanguineo e neuriti. 
E' detta anche vitamina del morale ha un ruolo fondamentale per la salute mentale. Il suo apporto deve essere aumentato nel caso di forti stress emotivi e fisici. I medici naturopati la consigliano spesso in caso di depressione. La tiamina può essere utile in caso di mal di montagna e mal di mare, postumi di una sbornia e vari tipi di nevralgia.

       Presente in lievito di birra cereali, patate, legumi (fagioli,lenticchie), riso, noci, nocciole, arachidi, carne di maiale, rognone, capocollo, prosciutto crudo, orzo, soia.

         Termolabile.

B2  o riboflavina

Necessaria per trasportare l'idrogeno al cuore delle cellule, converte proteine, grassi e carboidrati in energia. La sua mancanza da origine a spaccature, screpolature delle labbra, lingua a carta geografica lacrimazione e prurito oculare, dermatiti. E' il primo elemento delle proteine dei condimenti, essenziale al mantenimento della salute e della cura della pelle, per la riduzione delle ossidazioni del sistema e del tessuto dell'occhio. E' l'agente principale per rivitalizzare il sangue, la sua assenza può causare l'anemia. Utilizzata per curare alcune psicosi indotte da sostanze chimiche, nel trattamento degli alcolisti. Viene avanzata l'ipotesi che sia efficace per combattere la forfora.

Presente in lievito di birra, fegato, rognone, latte, pecorino, uovo, orzo, fagioli, piselli.

Si altera alla luce.

B3 o niacina  

Necessaria per contrastare l'accumulo di colesterolo e di trigliceridi nel sangue. Coadiuvante anche nelle terapie per la schizofrenia, autismo, ansia, depressione, ipoglicemia, diabete, artrite e emicrania.

Presente in carne, pesce, uova, farina di grano, lievito, funghi.

B5  o Acido pantotenico

Necessaria per crescita sana e produzione di anticorpi. Utilizzata nel trattamento delle ghiandole surrenali e nella cura di vari sintomi allergici. Può attenuare la stitichezza, promuove la guarigione delle ulcere peptiche e risolvere la paralisi intestinale che si verifica dopo interventi addominali. Sembra che pomate a base di vitamina B5 possano alleviare problemi di eczemi.

Presente in carne, latte, uova, frumento, verdura, legumi, frutta, pappa reale, pesce di mare, riso, rognone, semi di girasole.

Termolabile.

     B6 o piridossina

Necessaria per pelle e nervi sani. Importante per il metabolismo proteico, sintesi dell'emoglobina, tonicità muscolare, collabora a produrre l'ormone della crescita e dell'insulina, meglio integrare nel periodo mestruale, protegge riproduzione e gravidanza. E' la vitamina "donatrice della vita". Sebbene le sue proprietà interattive nella rigenerazione dei tessuti non siano misurabili, la sua importanza per la struttura degli aminoacidi del corpo non può essere negata. Spesso raccomandata per attenuare i disturbi premestruali, aiuta a contrastare la depressione prodotta da alcune pillole contraccettive. Usata nel trattamento del diabete, malattie cardiache, sindrome del tunnel carpale, iperattività, asma. Secondo alcuni la vitamina B6 aiuterebbe a prevenire la tossiemia gravidica, alcune forme di cancro alla vescica e i calcoli. Usata come coadiuvante nella cura di un raro tipo di anemia e nella prevenzione degli effetti collaterali provocati da alcuni farmaci antitubercolari.

Presente in lattuga fresca, noci, germe di grano, fegato, carne di maiale e agnello, pesce, patate, piselli, limoni, carote, banane, grano saraceno, germe di grano, semi di girasole.

      B8  o vit. H o biotina

Necessaria per il metabolismo di grassi e proteine. La carenza provoca dermatite seborroica.

Presente in tuorlo d'uovo, fegato, cavolfiori, piselli, fagioli, carne di vitello.

     B 9 o Acido folico

Necessaria per la crescita, riproduzione delle cellule. L'acido folico è stato considerato molto utile  nella struttura del sangue e nella lotta contro l'anemia. Può essere utile contro la displasia cervicale, un disturbo che talvolta precede il tumore al collo dell'utero. E' stata usata per curare la gotta e la psoriasi.

Presente in fagioli, cetrioli, asparagi, fegato, vegetali a foglia verde (da qui il nome folico) come gli spinaci, arance, limoni.

Colore predominante: verde.

Termolabile.

      B 12 o cianocobalamina

Necessaria per la produzione di globuli rossi, accrescimento, funzioni epatiche, rinnovo delle cellule epiteliali, integrità del sistema nervoso. I medici naturopati iniettano dosi di questa vitamina a pazienti affaticati, ansiosi, depressi, con cali di memoria e insonnia. Viene impiegata anche nel trattamento di neuriti e nevralgie. In certi casi sarebbe in grado di curare l'asma e la dermatite seborroica, l'epatite e alcuni problemi oculari. Iniezioni di vit. b 12 vengono praticate a chi è affetto da anemia perniciosa.

Presente in carne, pesce, ostriche, salmone, uova, latte.

Si degrada alla luce.

Colore predominante: rosso.  

VITAMINA C o acido ascorbico     condividi su Facebook

Necessaria per aiutare i globuli bianchi a sconfiggere le infezioni. Necessaria per la pelle sana, migliora l'assorbimento del ferro, azione antiossidante. Aiuta la cicatrizzazione, la robustezza di denti e gengive, agente antistress, contribuisce alla formazione di serotonina, riduce il colesterolo. Conosciuta per la sua azione preventiva contro le malattie. In dosi elevate e continue (parliamo di integratori NATURALI), fa azione preventiva a partire dal raffreddore fino alle infezioni da streptococco ed è diventata la cura più conosciuta in tutto il mondo contro il catarro e l'influenza. Alcuni scienziati contestano tali convinzioni, perché non confermate dai test. E' certo che essa costituisce un catalizzatore per l'organismo umano, aumentando il livello di tolleranza a raffreddori e influenze, oltre a funzionare nel metabolismo degli enzimi, promovendo la crescita dei tessuti, cartilagini e tendini, la guarigione dalle ferite, la sintesi dei polisaccaridi e la formazione del collagene. Combatte le infezioni ed è essenziale alla formazione di ossa e denti. Una persona elimina con la vitamina C il 10 % delle scorie giornaliere di radicali.

Nella medicina naturale è consigliata per favorire la cicatrizzazione e aumentare la resistenza allo stress

Presente in spinaci, bietole, peperoni verdi, prezzemolo, cavoli, broccoli, verza, pomodori, piselli, patate, fagioli, fave, carote, castagne, melone, lamponi, fragole, pesche, uva, agrumi, kiwi, cardo, mango, papaia.

Termolabile, si degrada alla luce e con il tempo, per questo la frutta che contiene più vitamina C è quella meno matura.

L'eventuale eccesso di vitamina C è eliminato con le urine. Sempre parlando di integratori NATURALI e non di sintesi.

Attenzione! Il fumo "brucia" vitamina C, ogni sigaretta consuma 25 mg di vitamina C !!! E' necessario integrare!

 VITAMINA D o calciferolo      condividi su Facebook

Necessaria per utilizzare il calcio e il fosforo per rafforzare ossa e denti. Le donne in menopausa possono trarre vantaggio da questa vitamina che favorisce l'assorbimento del calcio e sarebbe in grado con esso di alleviare le vampate di calore, i sudori notturni, i crampi alle gambe e altri sintomi. Secondo recenti studi la vitamina D3 potrebbe dare sollievo alle donne che soffrono di dolori mestruali, contribuirebbe infatti a diminuire la produzione di citochine che provocano l'infiammazione e prostaglandine che sono sostanze simili agli ormoni che provocano i crampi dolorosi.

Presente in olio di fegato di merluzzo e di tonno, margarina, burro, uova, latte, latticini, tuorlo d'uovo, salmone, sardine, formaggio, fegato, avena, mitili, ribes, mandorle, pesci grassi come salmone e aringhe.

Nell'organismo è presente una provitamina, il colecalciferolo, prodotta per il 90% nella pelle colpita dai raggi Uv e per il 10% derivante dall'alimentazione. L'assorbimento dei raggi solari a livello cutaneo innesca una catena di complesse trasformazioni chimiche che portano all'attivazione della vitamina D e di conseguenza all'assorbimento intestinale del calcio e alla fissazione di calcio e fosfato nelle ossa. Un deficit di questa vitamina contribuisce all'osteoporosi e a fratture invalidanti e gli effetti di questa carenza si possono presentare anche a lungo termine nell'arco di 5-10 anni, lo scheletro va incontro ad un progressivo indebolimento perdendo la sua densità minerale. Nell'adulto si può anche verificare l'osteomalacia cioè la debolezza muscolare, dolori dorso-lombari, aumentato rischio di fratture. Il calcio costituisce più del 60% della struttura del tessuto osseo, l'assorbimento del calcio è garantito dalla vitamina D. Il sole dunque la vita all'aria aperta è essenziale per la sintesi della vitamina D. Lo sapevano bene le nostre nonne che per evitare che i bambini diventassero rachitici li esponevano il più possibile al sole per far rinforzare le ossa. Oggi sappiamo che il sole deve essere gestito dalla nostra pelle attraverso un'esposizione graduale, filtri solari, una prevenzione attenta ma senza perdere di vista gli effetti positivi dei raggi solari per la nostra salute, la vitamina D e il nostro umore sempre migliorato dai raggi del sole! Notate bene che dietro una finestra, un vetro, i raggi del sole o meglio i raggi UVB non penetrano e di conseguenza non viene stimolata la produzione di vit D

I vantaggi della vitamina D sono ancora maggiori se pensiamo che recenti studi hanno collegato alcune malattie cardiovascolari, ipertensione, diabete, cancro del colon, con una carenza di questa vitamina.

Attraverso la vit D vengono attivati un numero maggiore di globuli bianchi alleati contro le infezioni.

Un giusto apporto di vit D riesce a tenere regolata maggiormente la glicemia nei malati di diabete di tipo 2.


**
Attenzione Un sovradosaggio di vit. D artificiale è nocivo, provoca diarrea, vomito, nausea, mal di testa, inappetenza.  

VITAMINA E o tocoferolo    condividi su Facebook

Necessaria per proteggere i globuli rossi, stimola il surrene a  produrre ormoni  antistress, impedisce aggregazione piastrinica (trombosi), favorisce il flusso sanguigno arterioso, protegge l'apparato riproduttivo, disintossica l'organismo, contrasta l'aterosclerosi neutralizzando i radicali liberi che destabilizzano la parete arteriosa facilitando il deposito di grassi al suo interno. E' in rapporto con la salute della pelle, la crescita dei tessuti, specialmente dei tessuti che richiedono la massima efficienza degli acidi grassi, di organi come il fegato, i reni, l'intestino e i genitali. Promuove la produzione salutare del midollo osseo e del tessuto sano. La sua assenza può causare problemi di pelle, anemia e deformazioni ossee. In alte dosi aiuta ad eliminare le infezioni. Come uso topico ed interno, cura pazienti con scottature. Ci sono raccolte di dati catalogati, che dimostrano che è efficiente contro agenti cancerogeni trovati nel catrame delle sigarette e nei gas tossici quali i nitriti. Di lunga tradizione viene considerata la sua efficacia nell'insufficienza respiratoria, polmonite ed asma. Protegge gli acidi grassi assorbendoli e aiutandoli a convertirsi velocemente in proteine, affinché possano essere di aiuto contro le malattie. Nelle donne sembra prevenire la mastopatia fibrocistica, prevenire aborti spontanei e altre complicazioni della gravidanza, oltre che attenuare la tensione premestruale. Alcune ricerche dicono che potrebbe prevenire la cataratta.

Una persona elimina con la vitamina E il 3 % di scorie di radicali giornalieri!!

Presente in
germe di grano, broccoli, porri, pomodori, lattuga, more, banana, lardo, fave, olio di semi, avocado, mandorle, noci, nocciole, pistacchi.

* Come riconoscere la vitamina E sintetica da quella naturale presente in tanti integratori?

Se sull'etichetta compare il prefisso "dl" prima del nome scientifico, la vitamina E è di origine sintetica. le sorgenti naturali di vit. E sono esclusivamente designate dal prefisso "d".

Per l'efficacia della vitamina E per la pelle leggi anche questo articolo


VITAMINA K o menadione  
condividi su Facebook

Necessaria per la coagulazione del sangue. Associata alla vitamina C può ridurre la nausea e il vomito in gravidanza. Aiuta a ridurre le emorragie nasali e mestruali.

Presente in
spinaci
, cavolfiori, piselli, verza, uova, pomodori, ribes, nocciole, fegato, soia.

Fotosensibile.

VITAMINA P o bioflavonoidi    condividi su Facebook

P sta per permeabilità, necessaria infatti per accrescere la tenuta e resistenza capillare. I composti ricchi di vit. P sono detti anche bioflavonoidi. Sono antiaggreganti piastrinici e antiossidanti.

Spesso presente in natura con la vitamina C ne potenzia le proprietà. Presente in vite rossa, ippocastano, limone, acacia, paprica.

VITAMINA PP o niacina   condividi su Facebook

Necessaria per pelle, mucose, apparto digerente, sistema nervoso, riduce il colesterolo cattivo (LDL) e aumenta quello buono (HDL), circolazione.

Presente in fegato, lievito, sardine, pane e riso integrali, legumi secchi, arachidi.

Termolabile.

 

 studio del benessere - created by Manu studio  -

 

 

 


LIBRI

  Il "succo" della vita

La Buona Cucina con le Vitamine

La Buona Cucina con le Vitamine
Le ricette della salute

 

Guida alle Vitamine e ai Minerali
Guida alle Vitamine e ai Minerali
Integratori naturali per essere in buona salute e pieni di vitalità

 

Il Libro delle vitamine e dei sali minerali

Come utilizzarli nella dieta, nella cura del corpo, nella soluzione dei più comuni disturbi

 

Probiotici nella Salute e nella Malattia

Probiotici nella Salute e nella Malattia

 


  condividi su Facebook

La flora batterica parte dalla bocca e scende per l'esofago attraverso lo stomaco e si concentra nei 9 metri di lunghezza dell'intestino. I batteri che popolano tale sistema sono miliardi e si spalmano su circa 300 metri quadri della parete intestinale. La microflora intestinale ha diverse mansioni essenziali: mantiene salde le difese organiche, agevola la digestione degli alimenti, regola il funzionamento dell'intestino, contribuisce alla sintesi delle vitamine (K, B), elimina scorie e tossine, controlla la produzione dei gas nei processi digestivi, attenuando il gonfiore alla pancia. Stress, pasti veloci, insonnia, sbalzi di temperatura, strapazzi, uso di antibiotici, possono alterare la flora batterica intestinale. Questo è ancora più evidente in bambini e anziani. Privilegiamo un'alimentazione ricca di fermenti lattici perché producono acido lattico che contrasta la proliferazione dei batteri nocivi. Per assicurarsi una dose quotidiana sufficiente basterebbe mangiare ogni giorno un vasetto di yogurt da 125 gr dove ci sono 125 miliardi di batteri, purtroppo l'azione dei succhi gastrici dello stomaco e i sali biliari che circolano nel primo tratto di intestino ne fanno giungere a destinazione solo un terzo. La ricerca scientifica ha selezionato varietà speciali di batteri che sono in grado di resistere fino all'ultimo tratto di intestino sono appunto i probiotici (dal greco pro bios utili per la vita). In condizioni normali ci si può limitare a fare la scorta con formaggi, yogurt e latti fermentati arricchiti, ma per casi più seri è bene affidarsi a preparati specifici. I probiotici combattono diarrea, irrobustiscono il sistema immunitario, contribuiscono a contenere l'ipertensione, limitano le allergie alimentari rendendo meno permeabile l'intestino alle sostanze che le causano. Per facilitare la moltiplicazione nell'intestino, ai probiotici spesso vengono associate sostanze dette prebiotiche: fibre solubili come inulina, oligosaccaridi, lattiolo.